imgIn relazione agli articoli apparsi su Il Messaggero il 6 luglio e sul Corriere della Sera l’8 luglio scorsi, si segnala che l’ASL Roma G ha provveduto a stipulare con la società inglese AmTrust Europe una Polizza di Assicurazione Responsabilità Civile Professionale per “Colpa Grave”.

La polizza, che prevede l’adesione volontaria da parte dei dipendenti dell’Azienda aventi responsabilità professionale medica, ha una validità triennale a partire dal 31 gennaio 2013 e prevede l’opzione di rinnovo per un altro triennio.

A fronte di un premio annuo compreso tra 120,00 e 480,00 euro per i dipendenti e dirigenti sanitari (premio che arriva fino agli 876,00 euro per il direttore generale e per quello sanitario aziendale), la polizza garantisce la copertura dei rischi fino a un massimale di 5 milioni di euro per ciascun periodo di assicurazione e per ciascun assicurato.

Per tutti gli altri dipendenti dell’Azienda, non rientranti nell’attività professionale medica, è stata offerta la possibilità di aderire ad una copertura assicurativa dei Lloyd’s  per la responsabilità civile verso terzi, anch’essa con validità triennale a partire dal 31.12.2012, la cui adesione avviene su base volontaria.

Tale copertura ha un massimale pari a 1 milione di euro per periodo di assicurazione e per sinistro, a fronte di un premio compreso tra i 72,00 e i 167,00 euro.

La Direzione Generale ritiene che gli sforzi fatti per tutelare il proprio personale in rapporto di dipendenza e/o dirigenza siano stati coronati da un notevole risultato, soprattutto in considerazione dei vincoli finanziari legati al piano di rientro e delle crescenti difficoltà di trovare compagnie assicurative affidabili in grado di garantire la copertura dei rischi correlati con le attività proprie delle organizzazioni sanitarie. 

Uff. Stampa Asl Roma G

 Tivoli 10.07.2013

-

Questo sito utilizza cookies