violenza donne

Importante convegno, venerdì 25 novembre 2016, a partire dalle ore 9.00
Sala Meeting Hotel Torre S. Angelo, via Quintilio Varo Tivoli (Rm)
 
Il direttore generale Vitaliano De Salazar: “…È tempo che le Istituzioni, le professioni ed il mondo della cultura, facciano concretamente rete, andando 'oltre', con iniziative specifiche ed innovative”.
 
Una giornata di lavoro e riflessioni dedicata alla violenza sulle donne, tra interventi di esperti e racconti di una quotidianità difficile, e la prospettiva di mettere "nero su bianco" l’impegno di tutti a "fare rete". Alle donne vittime di violenza, l’appello ad avere fiducia e denunciare...
 

Mettere in campo tutti gli enti, le professionalità, i servizi, le esperienze, le risorse, le "storie", con un’unica parola d’ordine: “Istituzioni in rete, una grande forza per sconfiggere la violenza sulle donne”. Questo il tema principale dell'importante convegno organizzato dalla Asl Roma 5 (dove dal 2012 è attivo il Codice rosa integrato), quale preziosa occasione di riflessione e formazione in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne. L’appuntamento è venerdì 25 novembre 2016, a partire dalle ore 9.00 e fino alle 16.00, nella Sala Meeting dell'Hotel Torre S. Angelo, in via Quintilio Varo, a Tivoli (Rm).
 
Le varie Istituzioni (Asl Rm5, Procura di Tivoli, Forze dell’ordine, territorio, associazioni) sono impegnate in prima linea in un duplice e complesso percorso volto a fare rete ed instaurare un clima di fiducia con le donne vittime di violenza. Nell'area di competenza della ASL Roma 5 (vastissima: comprende 71 comuni, 6 distretti territoriali, 5 presidi ospedalieri e 2 case della salute) è, infatti, in vita, con lusinghieri e apprezzati risultati, un nuovo sistema coordinato, antesignano ed innovativo, in cui le donne in difficoltà sono di fatto costantemente seguite e sostenute in nome di una doverosa "accoglienza".
 
L’idea di questo Convegno, che introduce una nuova metodica, una nuova consapevolezza e una nuova "spinta" contro la violenza di genere, i reati contro i minori e contro le donne, nasce dalla constatazione di quanto il fenomeno sia aumento, sia a livello nazionale che locale. Un dato sconfortante, che si va però ad inserire in un contesto culturale nuovo, questo di Tivoli, appunto, dove le Istituzioni hanno lavorato e riflettuto a fondo, comprendendo che occorre agire di concerto in un sistema coordinato di protezione, per dare luogo a servizi dedicati specifici, simultanei e di pronta assistenza.
 
"La rete dei servizi territoriali - spiega il direttore generale della ASL 5 Vitaliano De Salazar - diventa così il luogo deputato per l'effettiva presa in carico e per le attività di supporto della vittima, verso un percorso di uscita dalla spirale della violenza in cui, parallelamente, gli altri attori: forze dell'ordine, servizi sociali, terzo settore, devono svolgere il loro ruolo altrettanto importante. Le situazioni di violenza sono situazioni complesse, è quindi indispensabile approcciarle con modalità integrate e con un'ottica culturale, formativa e partecipativa".
 
IL CONVEGNO
Di grande interesse e respiro gli interventi degli esperti, che saranno intervallati da proiezioni a tema, e anticipati dal saluto del direttore generale dell'Asl Roma 5, Vitaliano De Salazar, che sottolinea come sia tempo che: "Le Istituzioni, le professioni ed il mondo della cultura, facciano concretamente rete, andando 'oltre', con iniziative specifiche ed innovative”.
A seguire la prolusione di Stefania Stefanìa (Sostituto Procuratore Tribunale di Tivoli) sul tema: “L’impegno della Procura della Repubblica di Tivoli nel contrasto ai reati di violenza di genere”.
Poi, l'attesa lectio magistralis del celebre avvocato Nino Marazzita, sull'argomento: “Stalking e Stalker: cosa insegna la cronaca giudiziaria”.
Simona Abate, psicoterapeuta, parlerà di: “Intervento psicologico nel percorso rosa per le vittime di violenza”.
Ugo Donati (Direttore Medicina D’Urgenza P.O. Tivoli) e Loredana Masi (Responsabile Consultorio G2) portano l'attenzione sul territorio con: “Quando la rete funziona … l’impegno del Consultorio e dell’Ospedale”.
La giornalista di "Porta a Porta" e scrittrice Vittoriana Abate intratterrà su: “Analisi dei casi di violenza della cronaca nera italiana.
Si torna alla concretezza del lavoro sul campo, con Teresa Di Fonzo (Direttore Territoriale DSM Tivoli) su: “Rapporti violenti: fenomeno psico-patologico o modello culturale? Riflessioni cliniche”
Nel pomeriggio un'ospite gradita: Micol Olivieri, attrice e scrittrice, conosciuta per la sua partecipazione a "I Cesaroni", che parlerà di: “Racconti di donne che hanno vinto la violenza”.
La criminologa Simonetta Costanzo interverrà sul tema: "La donna tra mito e realtà".
Gabriele Manzo, redattore e voce nota di RTL 102.5, spiegherà motivazioni e contenuti della bellissima campagna denominata "#ÈORADICHIEDERESCUSA”, predisposta dall'emittente RTL 102.5 con la Camera dei Deputati, per sensibilizzare sull'argomento, con la partecipazione di grandi nomi della canzone italiana.
Infine Teresa Zampino, presidente dell'Associazione Centrailsogno, chiuderà i lavori su: “Centro Ascolto Donna, un lavoro in rete in favore di donne vittima di violenza di genere”.
 

Modera il convegno Mariella Anziano, giornalista del Tgr Lazio.

BROCHURE

-

Questo sito utilizza cookies