"In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, che si celebra in tutto il mondo oggi, 25 novembre, mi sento di dover lanciare un messaggio di fiducia, pur nella consapevolezza che il femminicidio è una guerra da combattere, che ci impegna in una quotidiana battaglia di civiltà.

Ho ereditato da chi mi ha preceduto un sistema di rete, un meccanismo di informazione e protezione per le vittime di violenza di genere che ha visto e vede scendere in campo tutte le istituzioni e tutte insieme, ognuna con le proprie competenze: la ASL, la Procura, le Forze dell’ordine, gli ordini professionali degli psicologi, degli avvocati, le Scuole, i Comuni, le associazioni...
La Rete c’è e si sta perfezionando.

È per questo che il mio vuole essere un messaggio di fiducia e di sostegno alle vittime e a chi vive in questi contesti di violenza. Una fiducia nel ruolo della formazione e dell’educazione dei giovani verso una cultura del rispetto e non del possesso. L’evento organizzato dalla nostra Azienda vuole dare risalto proprio a questo aspetto.
La ASL Roma 5 e l’ITIS Piazza della Resistenza di Monterotondo si trovano a dire insieme che la violenza è un problema culturale e che per combattere questa guerra si deve partire dall’educazione, dalla scuola, facendo rete con tutte le altre istituzioni." 
Per l’occasione, oggi, nei Consultori dell’Azienda, sul sito web e sui social della ASL Roma 5 sarà trasmesso il cortometraggio: “Perché?”. Un video scritto, diretto e interpretato proprio dagli studenti.

Si deve poter avere fiducia nel #cambiamento".

Giorgio Giulio Santonocito
Direttore Generale ASL Roma 5

 

 

Guardalo anche su YouTube: https://bit.ly/2D2XFhD

 

-

Questo sito utilizza cookies