In lockdown 3125 consulenze telefoniche

Puntare sul rafforzamento dei servizi territoriali per intercettare i bisogni di salute e di benessere della popolazione. Questa la strategia dell’azienda e gli obiettivi dei Consultori che anche in pieno lockdown hanno dimostrato l’importanza del loro ruolo.

12 è il numero dei Consultori della ASL Roma 5: in lockdown 1121 visite ostetriche, 464 visite ginecologiche e 3125 le consulenze telefoniche.

I Consultori hanno mantenuto l’attività ostetrica indicata come improcrastinabile accogliendo anche le utenti provenienti dagli ambulatori ospedalieri e territoriali, le urgenze ginecologiche, normalmente non di pertinenza, e tutte le procedure relative all’applicazione della legge 194 . Oltre alle visite in sede si è mantenuta la più ampia disponibilità alle consulenze telefoniche per ogni sorta di problematiche.

I Consultori – spiega la responsabile Loredana Masi -, in questo periodo di pandemia, hanno mantenuto e rafforzato il ruolo di presidi dedicati alla salute riproduttiva con il taglio psico-sociale proprio e unico nel nostro Sistema Sanitario. Infatti, la concomitante attività di Psicologi e Assistenti Sociali, ha sostenuto le donne e le famiglie per il disagio psicologico, la violenza domestica purtroppo aumentata in questo periodo e l’emergenza sociale che si sta via via delineando in modo preoccupante. In alcuni Consultori si è lavorato in presenza e da remoto per le donne accolte nei centri di seconda accoglienza in collaborazione con il Progetto Gstart. È stato ed è un grande lavoro e l’impegno è massimo per garantire la giusta assistenza chi si rivolge a noi”.

“2”

-

Questo sito utilizza cookies