NUOVE TAC ALLA ASL ROMA 5, DOPO TIVOLI E PALESTRINA, SI VA AVANTI CON SUBIACO E COLLEFERRO

“Si avvia a conclusione una delle fasi più importanti dell’Operazione Alta Tecnologia che in questa fase sta riguardando la ASL Roma 5, con l’arrivo delle TAC mobili per gli ospedali di Colleferro e Subiaco, e l'avvenuta inaugurazione e messa in funzione delle nuove TAC di Tivoli e Palestrina. Un investimento di 2 milioni di euro per ammodernare e rendere ai cittadini un servizio sempre più all’avanguardia. In questo modo procediamo verso un profondo rinnovamento degli assetti disponibili per la Diagnostica per immagini di un’area della regione molto ampia, alle porte della Capitale”, dichiara l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Le nuove TAC Mobili sono posizionate all’esterno dei due ospedali, garantiranno la continuità del servizio e l’erogazione delle prestazioni radiologiche ai pazienti e ai cittadini assistiti, fino al termine dei lavori e all’attivazione delle nuove tecnologie così come già avvenuto per Tivoli e Palestrina.

“Le nuove Tac da 128 slice di ultima generazione andranno a completare l’intero quadro di ammodernamento aziendale: PO di Tivoli e di Palestrina con i finanziamenti POR FESR, il PO di Subiaco con i fondi delle Liste d’Attesa legati alla DGR 911 e il PO di Colleferro con i fondi previsti per l’emergenza nella DGR 671/DL 34. Sempre nell'ambito del finanziamento POR FESR, la Regione Lazio ha provveduto ad aggiudicare ulteriori tecnologie per l’Azienda e si sta assistendo ad un generale ammodernamento tecnologico con l’arrivo di una serie di ulteriori sistemi di imaging: trocostratigrafi (per esami radiologici sotto carico), portatili, ecotomografi tecnologicamente avanzati. È stato possibile raggiungere questi risultati – spiega il Direttore Generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito - in un periodo non semplice come quello che stiamo attraversando, grazie ad un grande lavoro di squadra e alla capacità tecnica e professionale del nostro personale”.
“Quella di ammodernare il parco tecnologico della AslRm5 era una precisa promessa, mia e dell’Assessorato oltre che una ormai improcrastinabile esigenza di un’Azienda che riconferma la sua vitalità” - prosegue il Direttore Generale Santonocito- “il prossimo passo sarà l’installazione dei nuovi mammografi che rilancerà la campagna screening aziendale”.
-

Questo sito utilizza cookies